*|MC:SUBJECT|*
NUMERO 17 DEL 27 MARZO 2017
Voterò la mozione Renzi-Martina al prossimo congresso del PD, per poche e semplici ragioni.
Il Governo Renzi, al quale Martina ha dato un apporto fondamentale in un settore chiave come quello dell’agricoltura, è stato un governo che ha soprattutto fatto. Taglio dell’Irap e dell'Ires, 80 euro per 11 milioni di italiani, abolizione della tassa sulla prima casa, unioni civili, legge sul 'Dopo di noi' e tanti altri provvedimenti.
Ha fatto molto, senza avere paura di scontrarsi con le tecnocrazie europee, con i salotti romani, con i poteri consolidati. E ha saputo prendere decisioni in un periodo molto difficile.
Le altre forze politiche invece hanno giocato sulle paure degli italiani. Con un unico obiettivo: bloccare il cambiamento. Il risultato del referendum del 4 dicembre ne è un esempio.
Noi non vogliamo restare nella palude di chi vuole lasciare tutto come sta. Possiamo ancora restituire speranza e orgoglio all'Italia.
EDUCAZIONE ALIMENTARE E STILI DI VITA PIÙ SANI

Una buona educazione alimentare nei più giovani è la base di uno stile di vita sano. Sono stato il promotore e primo firmatario di una risoluzione approvata all’unanimità dall’Assemblea legislativa del 21 marzo, che chiede alla Regione di intervenire sul Governo perché venga dedicata maggiore attenzione a questi temi e si trovino fondi che possano finanziare corsi, iniziative e progetti.
Leggi l’articolo

A BOLOGNA IL SUMMIT EUROPEO DELL'ORTOFRUTTA

Ho partecipato, a Bologna, al summit dell’ortofrutta europea, con l’assemblea di Areflh, la rete che riunisce le principali Regioni e associazioni di organizzazioni di produttori europei, in rappresentanza del 35% del fatturato complessivo di un settore che vale 47 miliardi di euro e riunisce 3,4 milioni di aziende, quasi un quarto di tutte le aziende della Ue.
Leggi l'articolo
Nel consueto appuntamento con le statistiche, realizzato con la preziosa collaborazione di Paolo Montanari, parliamo del perchè i numeri non mentono mai ma, se sono sbagliati, possono fare molto male. E spesso valgono più di tante parole.
I numeri non mentono mai e a volte fanno anche male. E spesso valgono più di tante parole.
Saranno cruciali le prossime riunioni di BCE e FED. Ci saranno nuove stime sulla crescita economica? Nuove stime sull’inflazione? Traumi storici da iperinflazione? Una stretta monetaria?
Nell’anno delle super elezioni in Europa cosa ci sarà scritto nel bugiardino della medicina di prossima somministrazione?
Una consapevolezza: senza un rapporto di fiducia non esiste alcuna soluzione alle crisi. Perché manca la base stessa su cui si deve fondare una società moderna, ovvero il patto sociale per il quale tutti sanno qual è il proprio compito e, cosa più importante, che ognuno lo porterà a termine nel migliore dei modi possibili. Senza barare, senza nascondere nulla, senza approfittare delle situazioni. Se ci pensiamo, il termine “credito” si basa sulla radice del verbo latino “credo”, cioè “ho fiducia”. La risposta è già nelle parole che pronunciamo ogni giorno, a volte distrattamente.
Questi sono i numeri del debito pubblico dei 19 paesi dell’area euro

La modernizzazione del settore energia rappresenta un elemento cardine per la crescita sostenibile del Paese. È fondamentale in questo momento fare chiarezza sull’importanza delle politiche energetiche, con un continuo confronto tra le Istituzioni politiche e scientifiche. Occorre superare quella demagogia che ha dominato il dibattito politico.
A Ravenna è stato approvato un ordine del giorno presentato dai consiglieri comunali del PD Lorenzo Margotti, Cinzia Valbonesi e Rudy Gatta. Il documento impegna la Giunta ed il Sindaco a ribadire in tutte le sedi e ad adottare tutte le azioni necessarie per sostenere il distretto energetico ravennate come esempio all’avanguardia nella produzione del mix energetico gas e rinnovabili in Italia, anche in vista della tredicesima edizione di OMC, in programma dal 29 al 31 marzo prossimo.
Nel comune di Ravenna sono attive numerosissime e importanti imprese nel settore della produzione energetica e nella meccanica, ben integrate nel tessuto sociale della città e messe in gravi difficoltà occupazionali e di sviluppo industriale. È stato chiesto dunque al Sindaco e alla Giunta di porre in essere il "contratto di sito", vista l'importanza strategica e occupazionale che questo comporta per il nostro territorio e di sostenere la chiusura anticipata della piattaforma Angela Angelina, che per legge potrebbe continuare ad estrarre fino al 2027.

LA MIA INTERVISTA SU FORMICHE.NET
Ringrazio tutti coloro che mi hanno espresso apprezzamento per questa newsletter. Credo che sia importante mantenere un contatto diretto attraverso questo resoconto su lavori e scelte della Regione che hanno un impatto sulla nostra vita di cittadini. Per questo vi invito a scrivermi ancora le vostre osservazioni, proposte e anche le critiche!

Cari saluti

Gianni
PROVERBIO CINESE
Alla fine della partita, il Re e il pedone vanno nella stessa scatola.
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Website
Website
Share
Tweet
Forward






This email was sent to *|EMAIL|*
why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences
*|LIST:ADDRESSLINE|*

*|REWARDS|*