*|MC:SUBJECT|*
SPECIALE LEGGE COMUNITARIA
Semplificazione, partecipazione, integrazione, sviluppo. Sono le quattro parole chiave che caratterizzano gli obiettivi della legge con cui si adegua, ogni anno, l’ordinamento regionale a quello europeo. Il testo incide su varie materie: dalle attività produttive al turismo, commercio, energia, agricoltura.
La legge, di cui sono stato relatore, ha iniziato il proprio iter il 6 giugno con l’udienza conoscitiva della Commissione "Bilancio, Affari generali ed istituzionali", cui hanno partecipato gli enti locali, le istituzioni e le associazioni; poi ha coinvolto tutte le Commissioni e si è conclusa l'11 luglio con il voto in Assemblea.
Nella II commissione abbiamo lavorato sulle novità per il turismo, il commercio su aree libere e l’energia; per quanto riguarda il settore dell’agricoltura, sono state introdotte disposizioni per il settore vitivinicolo, il settore apistico e della caccia. Con riferimento a quest’ultima la legge consente l’utilizzo delle esche per la caccia di selezione al cinghiale in modo da agire con più efficacia a tutela degli agricoltori.
La legge introduce importanti disposizioni per la tutela degli agricoltori, del settore apistico e sulla caccia
In III e V commissione è stata illustrata e discussa l’istituzione di un ufficio Europass a Parma presso l’EFSA, che permetterà una maggiore relazione con l’Ente europeo per la sicurezza alimentare a vantaggio del sistema agroalimentare regionale.
Altra misura importante è l’istituzione del Data center a Bologna, una organizzazione intergovernativa sostenuta da 20 Stati membri europei. Bologna è infatti stata scelta per ospitare il Centro europeo per le previsioni meteorologiche a medio termine (ECMWF). L'arrivo del Centro di calcolo per le previsioni meteorologiche a medio termine nella nostra regione è la testimonianza di un territorio attrattivo e competitivo grazie alla posizione geografica, all'alta formazione professionale che offre, alla capacità di innovazione tecnologica
Infine la Commissione Bilancio referente per materia ha licenziato il progetto di Legge comunitaria 2017 ed il relativo collegato dopo avere esaminato gli emendamenti proposti dalle diverse forze politiche.
Istituzione del Data center a Bologna per il centro meteo per le previsioni metereologiche a medio termine
10 sono stati gli emendamenti presentati dalla Giunta in commissione ed approvati, i quali hanno aggiunto un ulteriore capitolo in tema di “sale cinematografiche” e alcune misure per rendere più efficace l’attività di promo-commercializzazione turistica in ambito comunitario e promuovere la concorrenza. Infine, circa le eventuali concessioni di nuove coltivazioni di idrocarburi, un mio emendamento ha previsto che i contributi destinati ai Comuni possano essere utilizzati per la promozione di competenze diffuse sui temi dell’energia e dell’ambiente.
Il “Collegato alla legge comunitaria per il 2017”, in un quadro di semplificazione e revisione del sistema normativo regionale, ha abrogato 78 leggi regionali, adottate negli anni ’90.
Il processo di semplificazione e revisione del sistema normativo regionale ha permesso di abrogare 78 leggi regionali, adottate negli anni ’90.
Dopo il lavoro delle commissioni, durante il dibattito in aula, sono stati presentati numerosi emendamenti al progetto di legge, tre dei quali sono stati approvati accanto ad un ordine del giorno col quale l’assemblea ha chiesto più fondi per il ristoro dei danni subiti dagli agricoltori a causa dei cinghiali.
La legge introduce importanti novità con il recepimento e l’integrazione della disciplina sanzionatoria dettata per vitivinicolo
La Legge Comunitaria il suo collegato sono stati approvati con il voto della maggioranza.
Il progetto europeo, in questi 60 anni, ha avuto una funzione di progresso della civiltà umana senza precedenti nella storia.
Quest’anno è il 30° anniversario del programma Erasmus. Un grazie sentito a Sofia Corradi, la mamma dell’Erasmus, ovvero l’ideatrice del programma.
Alcuni numeri: l’Erasmus nato nel 1987 per favorire la mobilità degli studenti universitari del Vecchio Continente ha raggiunto il 2017, forte di ben 4 milioni di studenti ‘erasmiani’ e quasi 300.000 nuove partenze ogni anno.
Come ‘erasmiano’ che ha avuto tale borsa di studio nel 1992, dall’università di Bologna all’Università di Limerick in EIRE, posso testimoniare il suo impatto positivo nella mia formazione umana e la consapevolezza che nessuna frontiera potrà fermare la voglia di futuro e di libertà dei giovani. E della civiltà.
La mia esperienza a Limerick nel 1992 con il progetto Erasmus
Leggi tutto sulla LEGGE COMUNITARIA 2017
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Website
Website
Share
Tweet
Forward






This email was sent to *|EMAIL|*
why did I get this? unsubscribe from this list update subscription preferences
*|LIST:ADDRESSLINE|*

*|REWARDS|*