*|MC:SUBJECT|*
NUMERO 10 - 10 OTTOBRE 2017

L’EMILIA-ROMAGNA CHIEDE MAGGIORE AUTONOMIA
 
L’Assemblea legislativa ha approvato una risoluzione che sarà una tappa fondamentale nel percorso costituzionale scelto dalla Regione per chiedere e ottenere una maggiore autonomia per l’Emilia-Romagna.
Il Progetto istituzionale è fondamentale per il futuro della nostra Regione, per concretizzare la crescita sociale ed economica e dell’occupazione.
Non servono referendum, convocati per dare solo sangue alla campagna elettorale. Il nostro lavoro definisce delle macro aree su cui chiedere più autonomia gestionale e sulle quali poter trattenere le risorse derivanti da una maggiore autonomia fiscale ma il nostro ambito di manovra deve e vuole restare all’interno della Costituzione, che è lo strumento di garanzia per tutti.
Leggi qui la risoluzione
La nostra è una legislatura costituente, soprattutto nei fatti. Tanti sono stati i risultati ottenuti, dovuti non solo all’azione istituzionale ma anche al lavoro di tanti cittadini, imprenditori e lavoratori e a tutto il sistema di servizi alle imprese. Il coinvolgimento di tutte queste parti ci ha permesso di crescere e di confermarci parte di una grande area, più grande della Regione Emilia-Romagna, un’area europea dove si cresce di più che in tante altre parti del mondo.
Questa è la prima tappa di un percorso che seguirò personalmente e di cui credo sia importante dare un costante aggiornamento. Per questo motivo saranno organizzati momenti di approfondimento e iniziative. Inoltre mi sto confrontando con lavoratori e imprenditori nei consueti appuntamenti del lunedì al porto e del venerdì per il lavoro. Non esitate a contattarmi per organizzare incontri di discussione.
Leggi qui il mio intervento in aula

I CONGRESSI DEL PD
 
Cominciano questa settimana i congressi per eleggere il nuovo segretario provinciale e i segretari comunali e dei circoli del Partito Democratico. Ho sostenuto con convinzione la candidatura di Alessandro Barattoni e di Marco Frati. Alessandro ha intitolato il suo progetto “Comunità e innovazione”, due parole importanti e significative. Come ha detto, durante la sua presentazione alla stampa, vogliamo che il partito torni ad essere un punto di riferimento solido per le comunità e che sia utile alla collettività in modo da consegnare poi ai propri organi politici apicali il frutto di quanto raccolto tramite la partecipazione. Ho apprezzato molto che abbia messo al centro della nostra militanza il richiamo costante al valore dello studio e alla pratica del dubbio che vuol dire affrontare i problemi con coraggio e, a volte, sperimentazione.
A lui e a Marco auguro un buon lavoro e sarò nei circoli a sostenerli: per ora in agenda il 15/10 al circolo D'Attorre, il 16/10 al circolo del Porto, il 18/10 al circolo di Lido Adriano, il 19/10 al circolo di Russi, il 21/10 al circolo della zona Bassette.
Se la politica non vive buoni momenti, anche il calcio non scherza… E, siccome siamo tutti allenatori, vi lascio con un mio commento sulla nazionale!
PERCHÉ LA NAZIONALE ITALIANA DI CALCIO È ALLE PRESE CON UN’INVOLUZIONE “CULTURALE”

Ci vorrebbe un commento del grande Jorge Valdano per spiegare la nostra involuzione culturale che è dello spirito calcistico prima che tecnico-tattica, invece che rassegnarci alle discussioni degli esperti da divano.
Continua a leggere
Ringrazio tutti coloro che mi hanno espresso apprezzamento per questa newsletter. Credo che sia importante mantenere un contatto diretto attraverso questo resoconto su lavori e scelte della Regione che hanno un impatto sulla nostra vita di cittadini. Per questo vi invito a scrivermi ancora le vostre osservazioni, proposte e anche le critiche!

Cari saluti

Gianni
AFORISMA
Chi non tira in porta non segna
Vujadin Boškov
Facebook
Facebook
Twitter
Twitter
Website
Website
Share
Tweet
Forward






This email was sent to *|EMAIL|*
why did I get this?    unsubscribe from this list    update subscription preferences
*|LIST:ADDRESSLINE|*

*|REWARDS|*