Il Consigliere regionale Gianni Bessi ha presentato una Interrogazione a risposta scritta circa i ritardi nelle revisioni delle bombole dei veicoli ad alimentazione CNG, con particolare riguardo alla provincia di Ravenna.

I rallentamenti dovuti all’emergenza Covid non permettono agli uffici della Motorizzazione civile di stare al passo con le pratiche di revisione. Bessi: “il governo aveva già prorogato il permesso di circolazione fino a ottobre, serve un ulteriore allungamento dei termini”

I ritardi dovuti al Covid non consentono agli uffici della Motorizzazione civile di alcune provincie, come quella di Ravenna, di smaltire l’alto numero di pratiche di revisione delle bombole delle auto a metano, creando problemi a cittadini e imprese. Lo riferisce Gianni Bessi del Partito democratico in un’interrogazione in cui chiede alla Giunta di attivarsi sul governo per una ulteriore proroga delle scadenze delle revisioni delle bombole dei veicoli a gas naturale per superare l’attuale momento di difficoltà.

“Le cause sono imputabili solo alla crisi pandemica da Covid-19 o ci sono altri problemi specifici? L’impossibilità di circolare con alimentazione a metano comporta spesso l’utilizzo del veicolo nella tradizionale modalità a benzina, che risulta ovviamente più inquinante”, sottolinea il consigliere dem. “L’emergenza Covid-19 ha portato a un generalizzato rallentamento del sistema delle revisioni, che aveva già indotto il governo a prorogare la validità di tutti i certificati in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 autorizzando la circolazione su strada dei veicoli soggetti a revisione fino al 31 ottobre 2020. Serve, pertanto, una nuova proroga”.

Clicca qui per leggere l’Interrogazione ogg. 2329